LA RIVOLUZIONE DEL GREENTECH ITALIANO

Sopralluogodigitale

Cessione del creditofino al 65%

Pagamentipersonalizzati

Pacchetto"chiavi in mano"

Chiamaci: 0238002100
(lun-ven 9-19)

Accessori per caldaie: perché sono utili per un’installazione perfetta

accessori-per-caldaieGli accessori per caldaie sono spesso sottovalutati.
Molto spesso il cliente non riesce a capirne la reale funzione e per questo li considera "solo" come un costo in più in fattura.
La realtà è che la caldaia è il cuore pulsante di un impianto di riscaldamento che si rispetti, mentre gli accessori sono i reni, il fegato e gli altri organi vitali. Tutti elementi che danno una mano al cuore a pulsare correttamente il sangue nel nostro corpo. Se, infatti, uno di questi organi vitali smettesse di funzionare correttamente, ne risentirebbe tutta la circolazione del nostro corpo con danni irreparabili per la nostra vita.

Immaginate cosa succederebbe ad una caldaia che che non è coadiuvata dagli organi vitali o che ne è addirittura sprovvista: secondo voi potrebbe mai superare i primi anni di vita allo scadere della sua garanzia?

Probabilmente no ed è per questo che oggi vogliamo mostrarvi quali sono gli accessori per caldaie necessari per una perfetta installazione e in che modo aiutano la caldaia ad avere una vita più lunga del previsto (o di quanto immaginavate).

Il defangatore

defangatore-aquamaxTra gli accessori per caldaie più importanti c’è senza dubbio il defangatore.
Il defangatore - che nella maggior parte dei casi è magnetico - è un accessorio utile a prevenire un malfunzionamento o la rottura dello scambiatore o della pompa magnetica.
La maggior parte degli impianti di riscaldamento ad acqua - termosifoni o caloriferi - sono formati da un circuito chiuso che collega la caldaia agli scambiatori termici tramite le tubazioni dell’acqua.
Con il passare del tempo, l’acqua in circolo raccoglie le impurità dell’impianto e le particelle ferrose presenti all'interno delle tubazioni portandole fin dentro la caldaia.
Il defangatore è un filtro che ha il compito di raccogliere queste impurità trasportate dall'acqua per impedire che arrivino fino alla caldaia evitando così di rovinare alcuni elementi fondamentali per il suo funzionamento come, appunto, lo scambiatore.
Il defangatore può essere di due tipi:

  • il defangatore a filtro, che si pone in prossimità del rubinetto di immissione nella caldaia dell’acqua di ritorno dall’impianto ed è composto da un filtro che trattiene tutte le impurità
  • il defangatore magnetico, che è composto da una camera di raccolta delle impurità in prossimità del rubinetto di immissione nella caldaia dell’acqua di ritorno dall'impianto e che attira le particelle ferrose grazie alla presenza di una cintura magnetica o di un magnete posto al centro. Con un defangatore di questo tipo, la pulizia della caldaia può essere effettuata con meno frequenza rispetto alla versione a filtro.

Visita il nostro sito per avere più informazioni sul defangatore per la caldaia.

Il dosatore di polifosfati

dosatoreTra gli altri accessori per caldaie che consigliamo di installare c’è il dosatore di polifosfati.
Il dosatore è un oggetto che deve essere integrato nell'impianto di riscaldamento per minimizzare quanto più possibile gli effetti negativi del calcare nella caldaia e nelle sue tubature.
Il dosatore contiene al suo interno dei sali di polifosfato (sodio o potassio) che hanno la capacità di unirsi agli ioni di calcio, trasformando così il carbonato di calcio (che è il maggior responsabile della formazione del calcare) in un polifosfato complesso di calcio che sarà eliminato attraverso le tubature, senza creare incrostazioni.
I sali di polifosfato che vengono rilasciati dal dosatore hanno la capacità di creare una sorta di pellicola protettiva nelle tubature che evita la corrosione del calcare ed il suo deposito all'interno dell’impianto.


Un accorgimento importante riguarda il filtro del dosatore che va cambiato periodicamente per lasciare invariate le capacità di protezione del dosatore stesso.

Altra raccomandazione riguarda la temperatura a cui lavora la caldaia: al di sopra dei 70°C i polifosfati generano l’effetto inverso di quello desiderato, andando a rilasciare alcune sostanze che si depositano nelle tubature, esattamente come fa il calcare.
E’ pur vero che, generalmente, una caldaia non lavora mai ad una temperatura ai 50-60°C, perciò il problema di base non si pone ad eccezione di casi particolari.

Visita il nostro sito per avere più informazioni sul dosatore di polifosfati per la caldaia.

Il neutralizzatore di condensa acida

neutralizzatoreL’ultimo, ma non per importanza, degli accessori per caldaie che ci sentiamo di consigliare è il neutralizzatore di condensa acida - o anche detto abbattitore di acidità.
Una caldaia di ultima generazione produce infatti una condensa acida con un pH compreso tra 3,5 e 5,2 che deve essere scaricata e smaltita attentamente per non causare danni alle tubazioni dell’impianto di riscaldamento e all'ambiente: per questo motivo, prima di poter essere scaricata, la condensa necessita di essere neutralizzata prima di poter essere convogliata allo scarico.
Un neutralizzatore di condensa rappresenta una soluzione ecologica e pratica a questo problema in quanto consente di installare una caldaia a condensazione anche in assenza di un apposito sistema di smaltimento della condensa.
Esistono numero filtri che neutralizzano l’acidità dell’acqua di condensa mantenendo il pH sempre entro i limiti consentiti dalla legge.
I più diffusi in commercio presentano delle cartucce con delle masse neutralizzanti che aumentano e mantengono in equilibrio la durezza e il pH dell’acqua e non contengono componenti che alterano le caratteristiche dell’acqua da scaricare.
La carica dell’abbattitore è variabile in base all'acidità - quindi al grado di durezza - presentata dall'acqua e dalla quantità di condensa da neutralizzare che dipende direttamente dalle ore e dalla modalità di esercizio della caldaia.

Visita il nostro sito per avere più informazioni sul neutralizzatore di condensa acida per la caldaia.

Considerazioni finali sugli accessori per caldaie

In conclusione, possiamo affermare che, sebbene non esista alcun obbligo di legge che imponga l’installazione degli accessori fin qui elencati, è largamente consigliato completare il vostro impianto di riscaldamento con un dosatore, un defangatore e un neutralizzatore di condensa.


Dal punto di vista dell’efficienza, avrete così un netto miglioramento nelle funzionalità passando da un impianto convenzionale ad un impianto perfetto!


La caldaia lavorerà sicuramente meglio e non andrà sotto sforzo per ovviare ai residui di calcare, fanghiglia o ferro presenti fisiologicamente al suo interno, comportando così anche una riduzione dei consumi ed un conseguente efficientamento anche dal punto di vista energetico.